MG RV8 d'epoca in vendita

1 inserzioni della MG RV8 trovate

MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
MG RV8
Prodotti per pagina

MG RV8

La MG RV8 fu prodotta dal Gruppo Rover dal 1993 al 1994 come riedizione della famosa MG B, la spider del gruppo British Motor Corporation in produzione tra il 1962 e il 1980.

MG RV8 - Storia

La MG B fu la prima vettura sportiva britannica prodotta per il mercato di massa con telaio monoscocca. Ad inizio anni novanta, la divisione Progetti Speciali della Rover si lanciò in una operazione di marketing di rilancio del marchio, che rimase uno dei capitoli più strani della storia automobilistica britannica. Avevano a disposizione un budget ridotto ed un alto senso di fedeltà alla storia e gloria dell’ultima spider di successo della Rover, nel 1992 riuscirono a presentare al British International Motorshow la MG RV8, a celebrazione appunto del trentesimo anniversario di quello che per Rover era stato un modello storico, la MG B. Sin dall’inizio di questo progetto, la MG RV8 era destinata a divenire un nuovo classico, grazie alla sua carrozzeria con linee di stile retro, questo roadster a due posti alimentato da un motore V8 da 3.9 litri, cambio manuale a cinque velocità, sospensioni ed assetto morbido, interni completamente rivisti con finiture di qualità e pregio; la versione finale della MG RV8, pur mantenendone aspetto e lunghezza, recuperava solo un 5 % dei componenti originali della MG B degli anni sessanta. Nonostante il maggior peso della carrozzeria, ed in generale della MG RV8, la sua capacità di accelerazione era comunque notevole, raggiungeva infatti i 100 km orari in meno di 6 secondi ed una velocità massima di 230 km orari.

MG RV8 - Curiosità

La carrozzeria della MG RV8 fu disegnata esattamente dalla stessa persona che tracciò le linee per la MG B negli anni sessanta. Era già in pensione, ma per questo progetto speciale Rover decise di richiamare in servizio tutta la squadra che aveva lavorato in origine sul modello su cui la MG RV8 si basava, tecnici e lavoratori della catena di montaggio compresi, in una perfetta “operazione nostalgia”. L’accoglienza del pubblico britannico non fu eccezionale, a causa della recessione con un prezzo di listino di 26.000 sterline la MG RV8 risultava infatti addirittura più cara delle Jaguar. Nei due anni di produzione, uscirono dagli stabilimenti circa 2000 unità, di cui oltre il 75 % venne venduto in Giappone, mentre le restanti MG RV8 rimasero nel Regno Unito, alcune in Europa ed altre arrivarono in paesi anglosassoni con guida a destra.