DKW F7 d'epoca in vendita

2 inserzioni della DKW F7 trovate

DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
1 / 15
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
DKW Meisterklasse
1 / 15
Prodotti per pagina

DKW F7

La DKW F7 rappresenta la sfida nel settore delle auto di fascia medio-bassa della casa tedesca DKW sul finire degli anni trenta.

DKW F7 - L'origine e l'evoluzione

Nel 1916 l'ingeniere danese Jørge Skafte Rasmussen fonda a Chemnitz, nella Sassonia tedesca, una fabbrica, la DKW, allo scopo di produrre motori a vapore. La sigla DKW, infatti, significava letteralmente Dampf-Kraft-Wagen ossia vettura spinta dal vapore. I primi tentativi, però, non riscuotono particolare successo e la produzione gradualmente si sposta verso il settore delle motociclette (in pochi anni DKW diventa uno dei maggiori produttori al mondo). Il sogno di Rasmussen, tuttavia, rimane quello di fabbricare auto. Dopo essersi convinto che la propulsione a vapore non avrebbe avuto sbocchi sulle auto e alcuni tentativi con motori elettrici, Rasmussen si orienta sui motori a combustione interna, in particolare quelli a due tempi. Anche qui le fortune sono alterne e la vera svolta si ha nel 1932 (dopo la tristemente famosa crisi economica del '29) quando avviene la fusione fra DKW, Audi, Horch e Wanderer che darà vita al colosso automobilistico AUTO UNION.

La DKW è tra i primi produttori di auto ad usare la trazione anteriore: infatti la F impiegata per dare il nome ai modelli prodotti anteguerra (da F1 a F8) significa "Front" cioè anteriore. La DKW F7 doveva migliorare le caratteristiche di F5 e contemporaneamente tentare di ridurre i costi di produzione (a questo scopo la carrozzeria era realizzata in un unico pezzo). Il nuovo modello DKW F7, presentato sul finire del '36, viene prodotto durante il 1937 e 1938. Sotto il cofano trova posto un motore bicilindrico a due tempi con una potenza che va da 584cc e 18CV per la Reichsklasse (dalla carrozzeria più corta) a 692cc e 20CV per la Meisterklasse (più lunga); le velocità massime raggiungibili dalla DKW F7 erano rispettivamente di 80 e 85 km/h. Agli albori della produzione sono previsti solo due tipi di carrozzerie Reichklasse: berlina e cabrio-limousine. Ma già dai primi mesi del '37 la gamma si arricchisce con altre varianti (in special modo ben tre tipi di Meisterklasse); a fine '37 viene lanciato il prestigioso modello DKW F7 Luxus Cabriolet (assemblata a Stoccarda, anziché nella storica fabbrica di Zwickau). Il 1938 fu dedicato a rinnovare i modelli già presenti sul mercato fatta eccezione per una nuova coupé ed una variante per ambulanza. Le fortune della DKW F7 sembrano ormai volgere al termine. I nuovi prototipi di F8, destinati a raccogliere l'eredità, sono in elaborazione. A partire da febbraio-marzo del 1939 la linea DKW F7 scompare quasi del tutto dal mercato; persiste una modesta produzione di veicoli allestiti per mezzi di soccorso e funzioni ausiliarie. Dall'estate del '39 anche questi vengono dismessi. Con i suoi oltre 100.000 esemplari prodotti, la DKW F7 è stata senza dubbio la gamma più venduta nel periodo antecedente la guerra.

DKW F7 - Quattro cerchi famosi

La DKW F7 mostrava un logo ancora oggi ben conosciuto. Si tratta dei quattro cerchi incatenati (rimasti simbolo AUDI) che volevano significare il momento della fusione, nel 1932, della quattro famose case automobilistiche di cui si è detto. Il colore grigio indicava, invece, la competenza nella lavorazione del metallo.