AC 2 Litre d'epoca in vendita

1 inserzioni della AC 2 Litre trovate

AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
AC 2 Litre
1 / 30
Prodotti per pagina

AC 2-Litre

La AC 2-Litre è stata un'automobile prodotta dal costruttore AC Cars Ltd. (conosciuto come Auto Carriers Ltd. e attivo particolarmente nella contea del Surrey, in Inghilterra), tra il 1947 e il 1956. Il prezzo della AC 2-Litre si attestava poco al di sotto delle 1.300 sterline.

AC 2-Litre - La storia e le prestazioni

La AC 2-Litre è stata realizzata e venduta in versioni sia a due che a quattro porte (quest'ultima tipologia a partire dal 1952). Tutti gli allestimenti alternativi sono stati frutto di commissioni da parte di privati o versioni estremamente limitate, la cui produzione è stata comunque amministrata dai vertici della AC. Durante gli anni quaranta e cinquanta, così come accade al giorno d'oggi, le novità nel settore automobilistico venivano frequentemente testate dai giornalisti specializzati: i test effettuati con la AC 2-Litre permisero di registrare una velocità massima approssimativa di 130 chilometri orari, e uno scatto da 0 a 100 chilometri orari effettuato in circa 20 secondi. L'imprecisione dei dati a disposizione è dovuta alla mancata corrispondenza delle unità di misura italiane rispetto alla documentazione britannica. I consumi non furono eccessivi: per un viaggio di cento chilometri, erano richiesti dodici litri di carburante.

AC 2-Litre - La meccanica

Per le motorizzazioni della AC 2-Litre, la casa produttrice scelse un motore già sfruttato per numerosi modelli precedenti, un propulsore da sei cilindri e 1.991 cm³. Per l'occasione fu rinnovato con la dotazione di tre carburatori, che offrirono dapprima un aumento di potenza fino a 74 cavalli; successivamente (con l'apporto di alcune altre modifiche) si raggiunse una soglia di 85 cavalli. Si trattò di un risultato soddisfacente, con una resa in termini di prestazioni che raddoppiò i programmi confermati nelle prime fasi del progetto. Il telaio fu realizzato prevalentemente in acciaio, con un sistema anteriore ad assali rigidi e delle sospensioni posteriori con molle semiellittiche. Inoltre, come novità assoluta per la AC Cars, la AC 2-Litre fu equipaggiata con ammortizzatori idraulici. L'impianto frenante è stato inizialmente ibrido, con il montaggio di una coppia di freni idraulici per le ruote anteriori e dei freni a tamburo per quelle posteriori.

AC 2-Litre - L'estetica

Le linee esterne della AC 2-Litre, per via delle rotondità pronunciate e la totale assenza di tagli troppo netti, sono paragonabili allo stile lussuoso adottato da alcune altre case automobilistiche di prestigio, come la Cadillac. Tuttavia, con una lunghezza piuttosto contenuta di 4.674 mm, nonostante l'apparenza relativamente ingombrante, la AC 2-Litre ha rappresentato un potenziale punto di incontro fra la ricchezza più spinta e l'umiltà posata della maggior parte delle auto europee. Ad ogni modo, con questo modello, gli inglesi della AC hanno dato vita a una delle fonti d'ispirazione da cui, ancora nel ventunesimo secolo, i progettisti più stravaganti continuano ad attingere per le proprie creazioni.