Pontiac GTO d'epoca in vendita

3 inserzioni della Pontiac GTO trovate

Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
1 / 11
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
1 / 10
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
Pontiac GTO
1 / 36
Prodotti per pagina

Pontiac GTO

La Pontiac GTO rimane la prima delle muscle-car, simbolo di un epoca dalla benzina facile in cui non era un problema avere macchine ad alto consumo di ottani.

Pontiac GTO - la prima muscle-car

L'idea della Pontiac GTO nasce nel 1963, quando i vertici della General Motors emettono un divieto di partecipazione per le vetture della divisione in competizioni automobilistiche. A questo punto viene naturale per il team di ingegneri, tra cui il geniale John DeLorean, di pensare a una vettura con caratteristiche di alta velocità, anche se solo per la guida quotidiana. In questo modo su una Pontiac Tempest modificata venne inserito un motore V8 con una maggiore cilindrata (l'equivalente di 6400 c.c.), e la prima Pontiac GTO entra sul mercato nel 1964 come una opzione per la Tempest, una coupè a due posti con il caratteristico tettuccio rigido. Questo primo modello fu criticato per essere poco maneggevole e faticoso nella guida, ma ebbe comunque successo da far continuare il modello Pontiac GTO nella linea Tempest: le vendite, dalle 5000 inizialmente previste, schizzarono a 32450!

Pontiac GTO - un successo inarrestabile

Nel 1965 tutte le vetture della linea Tempest furono rifinite, soprattutto in lunghezza (79 mm) e nella griglia anteriore, ma è nel 1967 quando divenne un modello autonomo che la Pontiac GTO fu sottoposta a maggiori cambiamenti. I fanali posteriori divennero 8, 4 per lato, mentre il sistema di carburazione Tri-Power venne rimpiazzato da un Rochester Quadrajet a 4 carburatori: inoltre venne migliorato il pannello di guida, e introdotto un nuovo cambio automatico a tre velocità. Nel 1969 ormai la Pontiac GTO aveva assunto un aspetto fastback, con una carrozzeria dalle forme sinuose e arrotondate, e le luci anteriori erano adesso orizzontali a doppia coppia, una sensibile differenza rispetto al classico modello verticale della General Motors. Nel 1969 ci furono altre piccole modifiche, ma il successo continuò ad aumentare, con più di 70000 vetture vendute: ma la Chevrolet Chevelle e Plymouth Road Runner superarono la Pontiac Gto in questa fascia di mercato, a testimoniare che la muscle-car originaria stava subendo l'onda della concorrenza.

Pontiac GTO - la crisi dei seventies

In verità a contribuire al declino della Pontiac GTO stavano arrivando altri fattori esterni, come l'aumento dei premi assicurativi per le macchine sportive, oltre che a norme federali sulla sicurezza stradale che cercavano di limitare la velocità nelle autostrade americane. Paradossalmente, mentre le vendite declinarono fino a finire la produzione nel 1974, la Pontiac GTO diventò sempre più perfetta nelle sue prestazioni tecniche: l'accellerazione da o a 60 mph avveniva in soli 9.4 secondi, mentre il look rimaneva elegante e potente, senza particolari differenze rispetto all'epoca ormai passata di maggior successo. Come nel caso di tante leggende, nel 1975 non ci furono particolari lacrime per l'addio alla Pontiac GTO: ma negli ultimi 40 anni i diversi tentativi di farla tornare, ovviamente in versione aggiornata, sanciscono un amore indiscusso per lei, la regina assoluta delle muscle-cars.