Morris Oxford d'epoca in vendita

1 inserzioni della Morris Oxford trovate

Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
Morris Oxford
1 / 50
Prodotti per pagina

Morris Oxford

La Morris Oxford è una serie di modelli di prodotti da Morris nel Regno Unito, dal 1913 con il primo modello, la Oxford "Bullnose" alla Farina Oxford V e VI. La produzione è stata attiva dal 1913 al 1971.

Morris Oxford - Le origini

Chiamato da Morris con il nome della città universitaria in cui era cresciuto , la fabbricazione di automobili stabilita ad Oxford da Morris avrebbe trasformato la città in una città industriale.

Dal 1913 a metà 1935 le auto Oxford hanno visto un ampio sviluppo: i modelli crebbero in dimensioni e in quantità. Nel 1923 quelli con le vetture Cowley erano il 28,1% della produzione di auto di produzione britannica. Nel 1925, il mercato vide un'impennata di vendite per la Morris: i modelli venduti erano il doppio del numero e hanno rappresentato il 41% dell'intera produzione britannica. Nel frattempo Oxford divenne più grande dal primo 1018 cc , nove cavalli, due posti auto per l'ultima 2½ litri Venti auto cavalli.

Il nome del modello, Morris Oxford, è stato riciclato nel 1948 e durò quasi per altri 23 anni fino al 1971 , ma in questo momento il settore di mercato e il motore a grandezza naturale è rimasto pressoché costante tra il 1476 e il 1622 cc.

Morris Oxford - Il modello

La Morris Oxford, il primo modello della serie, venne soprannominata "bullnose", naso di proiettile, a causa della forma del suo radiatore. Questo modello, era alla base di tutti i modelli successivi sempre appartenenti alla serie Oxford. Annunciato sulla rivista "Autocar" nel mese di ottobre del 1912, la sua produzione è iniziata nel marzo 1913. La motivazione di questo ritardo trovava risposta nel fatto che vi era una quantità limitata di capitale e Morris non era disposto a condividere la proprietà della sua piccola attività. Praticamente, tutti i componenti sono stati acquistati fuori e assemblati dalla Morris. Parte del successo della Morris Oxford stava nel fatto che si trattava di una piccola vettura con un 1.018 cc quattro cilindri a valvole laterali con testata fissa da White & Poppe. Il motore era stato realizzato dalla casa tedesca Bosch.

Il telaio realizzato da Rubery Owen era in acciaio stampato e la sospensione era di molle a balestra, semiellittica sul davanti e più di tre quarti di ellittica nella parte posteriore appesa sopra l'asse. L'asse anteriore è in acciaio forgiato e, come il gruppo assale posteriore. Lo sterzo venne realizzato da Wrigley. I freni, sulle ruote posteriori, sono stati realizzati con un tipo di contratti esterni, metallo su metallo, un cambio, realizzato da White & Poppe, con tre chiamate in avanti e retromarcia, è stato montato. I fari, realizzati daPowell & Hanmer, erano in acetilene e, sul lato e sulla coda vennero piazzate lampade ad olio.

La maggior parte dei corpi, realizzati da Raworth di Oxford, erano di due posti di tipo open-tourer, c'era anche una versione furgone, ma il telaio non dava la possibilità di poter installare quattro posti sulla struttura preesistente. Come possiamo notare, ogni pezzo appartenente alla serie Morris Oxford, fu realizzato da diversi specialisti del settore, e venne assemblato in seguito dalla casa inglese.

Morris Oxford - Versione de luxe ed altri modelli

Presento per la prima volta all'Olympia Motor Show il 7 novembre 1913,a versione de lux vide però un proseguo della produzione del modello base. Il modello standard rimase in produzione invariata mentre, la nuova versione de luxe, aveva un passo più lungo , 90 a (2.300 millimetri), e la prestazione in pista era ora 45 a (1.100 mm).

Anche la gamma dei modelli era stata ampliata: dalla semplice a due posti per includere anche una limousine e una macchina sportiva che , come i furgoni , non ha avuto il parabrezza o le porte , ma è stato fornito di un tachimetro come dotazione di serie.

Molte erano le migliorie effettuate nel tempo sulla Morris Oxford. Il suo asse anteriore e lo sterzo sono stati riprogettati per ridurre il "bump steer" e rendere l'assetto più stabile. Anche la sua capacità di radiatore era aumentata . Gli pneumatici scanalati sono stati piazzati nella parte posteriore. Gli assi della parte posteriore non erano più saldati , ma costruiti da tre pezzi e le loro sorgenti erano state risposte in basso.

La Morris Oxford, ancora oggi, è considera una delle vetture cardine della produzione automobilistica anglosassone, nonché, un vero e proprio classico.