Jaguar XJ6 d'epoca in vendita

1 inserzioni della Jaguar XJ6 trovate

Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Gesamtansicht
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Gesamtansicht seitlich
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Gesamtansicht Beifahrerseite
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Fahrerplatz
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Inneinrichtung
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Motor
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Rücksitze
Jaguar XJ 6 L 4.2 - Jaguar XJ 6 L 4.2 - Rücksitze Beifahrerseite
1 / 8
Prodotti per pagina

Jaguar XJ 6

Nata come un “experimental Jaguar” (dal quale è stato tratto l’acrononimo XJ) la Jaguar XJ 6 aveva il difficile compito di unire l’eleganza della lussuosa vettura inglese con le innovazioni tecnologiche del settore dell'automotive in voga in quel periodo.

Jaguar XJ 6: la "vision" aziendale nel nome della nuova vettura

La Jaguar XJ è stata ideata nel 1968 per rilanciare il marchio del giaguaro a livello internazionale e attrarre una nuova clientela, soprattutto quella americana. Un modello fortemente voluto dal fondatore dell'azienda britannica, William Lyons, e dal vertice della British Motor Corporation Ltd per rendere le prestazioni delle Jaguar sempre più efficienti e capaci di superare i propri standard qualitativi. A differenza di altri modelli lanciati sul mercato, la Jaguar XJ 6 non è la "sesta" versione del modello "XP" ma, in modo del tutto originale, riprende nella nomenclatura le caratteristiche tecniche della motorizzazione. A richiamare l'immagine aziendale era soprattutto l'estetica pensata rivisitando la vecchia berlina 420G. La berlina di lusso, nata come un "eXperimental Jaguar" dal motore a 6 cilindri, è stata ideata e prodotta con diversi optional di serie, tra i quali il servosterzo. Al momento dell'acquisto il cliente poteva scegliere, oltre che alla cilindrata, se guidare con il cambio manuale a 4 rapporti e l'overdrive o con il cambio automatico. La casa automobilistica inglese ha rallentato la produzione della Jaguar XJ 6 nel 1972 quando, per un ammodernamento aziendale realizzato non soltanto nelle figure al vertice ma anche nella concezione delle vetture, è stata ideata e lanciata nel mercato la XJ 12. Questa vettura, realizzata con un nuovo carburatore e un motore robusto, ha cercato di sopperire alcune carenze della Jaguar XJ 6 che, nel tempo, avevano leggermente indebolito l'immagine aziendale della possente berlina di lusso. La Jaguar XJ 6 ha vissuto un "tramonto lento" riuscendo a rimanere nel cuore e nel listino dell'azienda automobilistica britannica fino al 1986.

Le caratteristiche tecniche della Jaguar XJ 6

Chi ha guidato la Jaguar XJ 6 ha potuto vivere l'emozione di salire su una berlina di lusso lunga quasi 5 metri e larga quasi due capace di scattare a una velocità di circa 200 Km/h. La casa automobilistica del giaguaro ha presentato la vettura, già dal lancio al Salone dell'Automobile di Parigi, in due differenti versioni: la Jaguar XJ 6 poteva essere scelta tra due differenti cilindrate. Nel primo caso la vettura, con un motore a 3,4 litri, poteva toccare da 0 a 100 Km in 11,2 secondi e raggiungere una velocità di 188 Km/h. Nel secondo caso, la Jaguar XJ 6 a 4.2 litri accelerava in 10,2 secondi e raggiungeva la velocità di 206 Km/h.